Nuovo aggiornamento per NSC_Builder aka Nintendo Switch Cleaner and Builder con la nuova versione 0.99 dallo sviluppatore julesontheroad .NSC_Builder si basa sulla fantastica funzione “REMOVE_TITLE_RIGHTS” di nut dello sviluppatore blawar, questa funzione consente di cancellare la crittografia dei titolrights dai file nsp. Il programma di installazione di Tinfoil e SX installerà il ticket in entrambe le modalità in modo che non rimanga nel sistema in cui è necessario cancellare il ticket e il certificato dal nsp.Questo file batch si prenderà cura di esso.

La versione corrente del programma consente di creare file xci o nsp multi-contenuto.

Il file batch ha 2 modalità:

  • modalità automatica: trascina singolarmente i file nsp o le cartelle con più file sul batch per entrare in modalità automatica.
  • modalità manuale: fai doppio clic sul batch e puoi creare un elenco di file da elaborare.

Il comportamento di queste modalità può essere controllato modificando ztools \ NSCB_options.cmd

2. Importante

Il programma incorpora una build personalizzata di nut.py e hacbuild con diverse funzioni aggiunte. Non sarai in grado di utilizzarli se sostituisci questi file per le build ufficiali.

3. Requisiti

  • È necessario un computer con sistema operativo Windows
  • Avrai bisogno di avere Python 3 installato affinché il programma funzioni correttamente
  • Dovrai installare queste librerie: “urllib3 unidecode tqdm bs4 tqdm richiede l’immagine” per aiutarti in questo puoi eseguire il file “install_dependencies.bat”.
  • Devi riempire il file keys_template.txt all’interno della cartella ztools e rinominare in keys.txt
  • Avrai bisogno di avere almeno .net framework 4.5.2 installato in modo che hacbuild possa funzionare correttamente.

Descrizioni delle varie opzioni

OPZIONE 1: impostazione delle cartelle di lavoro e di output

OPZIONE 2: percorso per i programmi necessari

OPZIONE 3: opzioni nut

  • pycommand -> il tuo comando per invocare python 3 (di default py -3)
  • buffer -> buffer in numero di byte per le funzioni di copia
  • Copia -> funzione con o senza delta

--C_clean -> Copy and remove titlerights. Don't skips deltas

--C_clean_ND-> Copy and remove titlerights skipping deltas

OPZIONE 4: Installa un game_info.ini e keys.txt

OPZIONE 5: OPZIONI REPACK. Controlla il repack in modalità automatica.

Opzione di reimballaggio per la modalità automatica
  • xci -> repack come xci
  • nsp -> repack come nsp
  • entrambi -> repack entrambi
Tipo di repack per cartelle
  • indiv -> reimballa i contenuti singolarmente come multipli xci / nsp
  • multi -> reimposta il contenuto come singolo multicontent xci / nsp

OPZIONE 6: MODALITA’ MANUALE INTRO.

  • indiv-> Immette direttamente nella modalità di imballaggio individuale
  • multi-> Entra direttamente nella modalità multi-pack
  • scegli-> Chiede di scegliere la modalità in cui vuoi entrare

OPZIONE 7: ZIP FILES

Selezionare se si desidera comprimere elementi che consentano di ripristinare i file nsp nello stato originale.

5. Limitazioni

  • Non è possibile creare file xci multi-contenuto con più di 8 giochi. Darà errore durante il caricamento. Sospetto che potrebbe essere una limitazione di qlauncher, quindi potrebbe funzionare con le mod dei temi ma INTRO non è stato testato.
  • Se impacchetti un aggiornamento che richiede un firmware superiore in cui ti trovi, non potrai saltare la richiesta di aggiornamento.

6. Funzioni pianificate

  • List manager.
  • Strumenti batch per mettere in applicazione alcune delle mie modifiche alle librerie di nut.
  • Supporto per meta patching e controllo per la creazione di loghi personalizzati.
  • Salta per la modalità individuale.
  • Separatore di contenuti.
  • Modalità di restauro titolazione.

Changelog

v0.99

1. Nuova modalità “M” – mtp un gestore MTP per DBI

I.- Installatore

a) Programma di installazione dei file locali
  • Installazione tramite coda per nsp, nsz (direttamente) e xci (preconversione)
  • Seleziona supporto di installazione (SD \ EMMC)
  • Pre-verifica dei file (disabilitato, livello2, verifica hash)
  • Controllare lo spazio sul dispositivo prima di installare ciascun file e, facoltativamente, modificare il supporto di installazione (SD \ EMMC) se all’altro è rimasto spazio e quello di destinazione si esaurisce.
  • Controlla la generazione di chiavi richiesta dai file vs fw segnalati dalla console, salta l’installazione se la generazione di chiavi richiesta è maggiore di quella disponibile. Facoltativamente patch patch pre-installazione del file.
  • Se lo desideri, controlla se il gioco è già installato e salta l’installazione .
  • Opzionalmente controlla se lo stesso ID di aggiornamento è installato, controlla la versione installata e se la versione installata è più grande salta l’installazione mentre se è più piccolo predelete il vecchio aggiornamento per recuperare spazio e procedere all’installazione.
  • Facoltativamente, installare nsps preconfezionato quando si tenta di installare un nsp che richiede una generazione di tasti superiore.
  • Preconvert xci \ xcz da installare sul sistema.
b) Programma di installazione remota
  • Installa nsp e nsz direttamente da google drive e 1fichier

II.- Trasferimento file

  • Trasferisci qualsiasi file da posizioni locali o remote.
  • DBI consente trasferimenti di oltre 4 GB tramite archiviazione automatica mtp in formato Nintendo, il che significa che la modalità di trasferimento può trasferire con facilità xcis o film nelle posizioni di installazione sulla SD.

III.- Aggiornamento automatico.

  • Prendi una libreria locale o google drive library e controlla se ha nuovi aggiornamenti o dlcs per i giochi installati, se aggiorna automaticamente la console.
  • È possibile consentire al programma di applicare automaticamente gli aggiornamenti o selezionare tra quelli rilevati.
  • Nota: se in precedenza hai installato giochi su questa sessione mtp, disconnetti prima il risponditore mtp e riconnetti nuovamente per ottenere informazioni accurate poiché i dati dei giochi installati vengono analizzati una volta per sessione.

IV.- Programma di disinstallazione.

  • Identifica giochi installati, aggiornamenti e dlcs e consente di rimuoverli tramite un selettore.

VI.- Dumper contenuto.

  • Permette di scaricare giochi, aggiornamenti e dlcs nelle librerie di installazione.

VI.- Pulizia dei giochi archiviati.

  • Identifica i giochi archiviati e consente di ripulirli.

VIII.- Informazioni

  • Informazioni sul dispositivo
  • Controlla i giochi installati e archiviati
  • Cerca nuovi aggiornamenti e dlcs per i giochi installati e xcis su SD rispetto a nutdb
  • Cerca nuovi aggiornamenti e dlcs per i giochi archiviati rispetto a nutdb

IX.- Savegames

  • Rileva i registri vuoti e puliscili
  • Scarica i salvataggi in formato zip JKSV
  • Aggiunge la data del dump al nome del file in modo che diversi dump non si scontrino.
  • Facoltativamente aggiungere [titleid] e [versione] al nome dei file
  • Se lo desideri, archivia i file in cartelle per gioco o in linea

X.- Genera file di caricatore automatico SX

  • Può generare file di cache del caricatore automatico sx per qualsiasi percorso sulla SD se è elencato titleid. Ciò include i percorsi non scansionati.
  • Può generare file di cache del caricatore automatico sx per qualsiasi percorso su un HDD se collegato e inviarli alla cartella appropriata sulla SD.
  • Può garantire che i file del caricatore automatico non si scontrino tra la SD e l’HDD.
  • Nota: mentre il caricatore automatico funziona su file archiviati e segnaposto installati, il segnaposto ha la priorità in modo che gli xcis vengano caricati dopo un errore, ecco perché il segnaposto non verrà creato automaticamente.
  • Nota 2: In alternativa, NSCB può creare segnaposto xci, che caricheranno un segnaposto per gamecard appropriato per il caricatore automatico. Questo xcis verrà caricato in un percorso scansionato da rommenu e potrà essere eliminato dopo.
  • Nota 3: in alternativa è possibile effettuare il primo montaggio xci dal browser dei file del programma di installazione sx.

3. Nuove cose aggiunte all’interfaccia Web Informazioni file

  • Supporto per la lettura di file xc0 e ns0 (mancata lettura e verifica di nmpdm)
  • Supporto per leggere file dal driver di Google
  • Supporto del lettore di collegamenti diretti per l’interfaccia destinata all’uso con i collegamenti pubblici a Google Drive
  • Possibilità di evitare quote nei collegamenti di unità pubbliche impostando una libreria cache remota, che clonerà in quella cartella su google drive il collegamento prima di leggere le sue informazioni.
  • Possibilità di impostare librerie per cercare e caricare informazioni da esse.
  • Possibilità di aprire l’immagine selezionata nella galleria in una nuova finestra per ingrandirla
  • Possibilità di staccare la GUI dalla console con il parametro “noconsole” che caricherà le informazioni della console in una nuova scheda laterale sull’interfaccia.
  • Possibilità di aprire più finestre di interfaccia contemporaneamente aprendo porte diverse per interfaccia.
  • Possibilità di configurare host e porta fissa per l’interfaccia.

4. Test del concetto di server

  • Il nuovo Server.bat può caricare un nuovo concetto di server con le funzioni della GUI. Questo server non aprirà una finestra ma genererà la pagina Web ogni volta che aprirai la porta e l’host specificati.
  • Il server consente di configurare le connessioni ssl aggiungendo un key.pem e certificate.pem validi in zconfig e modificando il parametro ssl. Ciò si collegherà ad esso tramite https: anziché http e socket sicuri.
  • Il server può caricare i file utilizzando le funzioni di libreria o se aperto localmente il normale selettore di finestre. Il selettore verrà nascosto se apri NSCB.html ma sarà visibile con main.html
  • Il server può essere eseguito anche con una console nascosta.
  • Essendo una prova del concetto, l’interfaccia non è ancora completamente adattata al widescreen da allora e non ha alcun tipo di convalida dell’account, quindi proteggilo se pianifichi l’accesso tramite Internet.

5. Correzioni di bug

  • Dati aggiunti per il nuovo firmware.
  • Risolto il problema relativo alla classe del biglietto relativo al n. 132
  • Risolto il problema per cui il lettore nacp non mostrava le informazioni corrette su alcuni parametri su gui e cmnd. Solo il lettore, le funzioni di patch o altre funzioni basate su nacp sono state configurate correttamente.
  • Aggiunto supporto alla nuova chiave sig1 grazie a 0Liam.
  • Diverse altre cose che non ricordo da quando sono state apportate molte correzioni e modifiche al ramo beta dallo 0,98

6. Come impostare ciascun tipo di libreria

  • Per ottenere il pieno supporto per ogni funzione in modalità mtp NSCB dovrai impostare diversi file di libreria, in zconfig puoi trovare esempi per questi file. Dovrai modificare l’esempio ed eliminare il tag di esempio nel nome del file. In particolare la modalità mtp utilizza i file illustrati in questa sezione. Di seguito puoi trovare il significato di ciascun file e come configurarlo.
    • mtp_download_libraries_example.txt> mtp_download_libraries.txt

      Librerie per configurare i dump e i salvataggi e, in generale, i file che il PC riceve dallo Switch.

      Installazione: nome_ libreria | percorso

      Esempio: dump | C: \ dump

    • mtp_SD_libraries_example.txt> mtp_SD_libraries.txt

      Librerie per configurare le cartelle in cui lo switch riceverà i file inviati con la funzione di trasferimento.

      Installazione: nome_ libreria | percorso

      Esempio: SD_XCI | 1: scheda SD esterna \ sxos \ xci

    Come puoi vedere, le posizioni SD iniziano con * 1: Scheda SD esterna * questo è il nome del DBI di montaggio SD che crea sul tuo PC, inizia le tue posizioni su SD con quella stringa.

    • mtp_source_libraries_example.txt> mtp_source_libraries.txt

      Librerie per configurare le cartelle locali dal tuo PC che verranno utilizzate dalla funzione di aggiornamento automatico per la ricerca di nuovi file, nonché con le funzioni di installazione e trasferimento.

      Installazione: nome_ libreria | percorso | Aggiornamento

      Esempio: BASE | C: \ NSP \ BASE | FALSE o AGGIORNAMENTI | C: \ NSP \ UPDATES | TRUE

    Come puoi vedere , viene aggiunto un parametro Update , questo imposta quali cartelle vengono scansionate nella funzione di aggiornamento automatico . Se TRUE la cartella viene scansionata se FALSE non verrà scansionata. Le librerie non scansionate verranno utilizzate dall’installer e dalla modalità di trasferimento in futuro.

    • remote_libraries_example.txt> remote_libraries.txt

      Librerie per configurare le cartelle dell’unità Google che verranno utilizzate dall’installer remoto, dall’autoupdater remoto e dalle funzioni di trasferimento remoto.

      Verrà inoltre utilizzato nella modalità Drive NSCB e nella funzione di libreria dall’interfaccia Web NSCB.

      Installazione: nome_ libreria | percorso | Nome_DT | Aggiornamento

      Esempio: BASE | drive: / base | TD_Name | FALSE o UPD | drive: / updates | Nessuno | TRUE

      Il parametro Update consente di impostare le cartelle da sottoporre a scansione nella funzione di aggiornamento automatico . Se TRUE la cartella viene scansionata se FALSE non verrà scansionata. Le librerie non acquisite vengono utilizzate dall’installer remoto e dalle funzioni di trasferimento remoto.

      Il parametro TD viene utilizzato quando i file o le cartelle si trovano in un’unità TeamDrive o in unità condivise come vengono chiamati attualmente. Se i tuoi file non si trovano in un input TD Nessuno lì o || . Con la doppia barra sembrerà UPD | drive: / updates || TRUE

      Ricorda che drive è il tuo nome token.

    • remote_cache_location_example.txt> remote_cache_location.txt

      Cartella nel tuo account Google Drive in cui sono archiviati i file pubblici per evitare quote e ottenere un supporto migliore sull’API di Google Drive. È raccomandato per l’interfaccia e richiesto per la modalità mtp quando si utilizzano collegamenti pubblici.

      Installazione: nome_ libreria | percorso | Nome_DV

      Esempio: cache | token: / cache | cache | drive: / cache | TDName

      Come puoi vedere se non hai un TD basta aggiungere un alla fine, puoi anche aggiungere Nessuno se hai un TD aggiungere il tuo nome TeamDrive.

    • local_libraries_example.txt> local_libraries.txt

      Cartella in cui è memorizzata la libreria locale. Questo è attualmente utilizzato dalle librerie locali dell’interfaccia HTML

      Installazione: nome_ libreria | percorso

      Esempio: Cartella1 | C: \ Nintendo

    • download_libraries_example.txt> download_libraries.txt

      Questo viene utilizzato nella modalità Drive per impostare la cartella in cui il programma scaricherà o genererà i file

      Installazione: nome_ libreria | percorso

      Esempio: Cartella1 | C: \ Download

7. Come configurare l’autent per google drive

Per abilitare l’API dell’unità Google è necessario andare qui https://developers.google.com/drive/api/v3/quickstart/python e premere Abilita l’API dell’unità , selezionare App desktop , premere Crea e premere Scarica Configurazione client , otterrai un json di credenziali.

Puoi utilizzare quel file per generare token per qualsiasi account, ma riceverai un messaggio di app non verificata se lo usi con un altro account. Questo non è correlato a NSCB poiché stai usando la tua app, configurala con quel file di credenziali

Una volta generato un token, è possibile eliminare il file delle credenziali sebbene sia possibile avere diversi file rinominati come token_name.json Il nome token è il nome del token che si prevede di impostare nel passaggio successivo.

Per impostare il token, apri NSCB vai alla configurazione e alla configurazione dell’unità Google , quindi premi 1 per registrare un account, ti chiederà il nome del token, una volta inserito che un browser sarà aperto e accederai al account che intendi configurare.

Il nome del token è importante NSCB utilizza il token come se fosse una lettera di percorso, quindi un token chiamato mydrive sarà in grado di impostare percorsi come mydrive: / Switch / nsp

8. Come configurare auth per 1fichier

Per l’autenticazione 1fichier è necessario archiviare il token 1fichier in zconfig / credentials con il nome _1fichier_token.tk

Per ottenere il token è necessario un account 1fichier, quindi in questa pagina https://1fichier.com/console/params.pl troverai una sezione chiamata Chiave API , premi Abilita utilizzo API, ottieni la chiave e incollala in un file txt vuoto, quindi rinominare il file in _1fichier_token.tk

Download

Fonte
Github
Ti è piaciuta la notizia? Supporta Francesco su Patreon!

Rispondi