[PS4]Playground diventa compatibile con i firmware 1.62,1.61,1.60,1.52,1.50b e 1.01Tempo di lettura : 2 min

La scena PS4 sembra in una fase dormiente di sviluppo e ricerca di ulteriori hack .Abbiamo visto nello scorso mese il deludente  e il primo hardmod PS4 MTX Key,un dispositivo che ha visto la sua morte con il firmware 4.73 a pochi giorni dal suo annuncio.Nulla di nuovo in questo momento,fermi al solito firmware 1.76 e Playground.Lo sviluppatore Zecoxao,nel frattempo, ha aggiornato Playground,il vecchio tool di CTurt per renderlo compatibile con i vecchi firmware della PS4,1.76/1.62/1.61/1.60/1.52/1.50b/1.01,una raccolta di strumenti e esperimenti per PS4 che utilizza il Webkit exploit, in grado di di eseguire binari non firmati ,compilati con il PS4-SDK e di avviare Linux da USB.Se siete tra i fortunati possessori di questo firmware,Playground è il tool che fa per te.

Impostazioni

Una dimostrazione del tool può essere testata da qui .

Devi clonare il repo e caricarlo sul tuo server se desideri apportare modifiche:

git clone git://github.com/CTurt/PS4-playground.git

È inoltre possibile scaricare un file zip dell’ultima fonte qui .

Utilizzo

Dopo aver eseguito un test, è necessario aggiornare la pagina o chiudere e riaprire completamente il browser; Eseguire più esperimenti in sequenza non è affidabile. Se si utilizza una visualizzazione del browser web in un’applicazione che non è il browser Internet, è possibile utilizzare il Refreshpulsante sotto Miscper aggiornare la pagina.

Esecuzione del codice

Fai clic su “Vai” e attendi che venga visualizzato il testo “Stage: In attesa di payload …”.

Invia il binario desiderato su TCP alla tua PS4 sulla porta 9023; È possibile utilizzare qualsiasi strumento di rete standard per eseguire questa operazione oppure lo strumento personalizzato di Windows, WiFi-Loader

Se sei in Linux, il modo più semplice è probabilmente quello di utilizzare netcat:

nc -w 3 192.168.0.7 9023 < *.bin

Dopo aver inviato il binario, verrà eseguito automaticamente.

Linux loader

È necessario disporre di un’unità USB formattata in FAT32 collegata a qualsiasi porta USB della PS4 con i seguenti file nella directory principale:

bzImage: Immagine del kernel che verrà caricata. Si consiglia di utilizzare queste fonti per compilarlo.

initramfs.cpio.gz: Il file system iniziale che viene caricato nella memoria durante il processo di avvio di Linux. Questo file è consigliato.

I nomi dei file devono corrispondere a quanto sopra e si possono avere più file sulla stessa unità USB. Da lì è possibile impostare l’ambiente per eseguire da una condivisione NFS o da un’unità esterna via USB (consigliata) e avviare una distro completa!

Chiamate di sistema

Get PID – Ottenere l’ID del processo

Get Login – Ottenere il nome di accesso e perdere un puntatore del kernel

Moduli

Get Loaded Modules – Ottieni un elenco di moduli, indice e ID attualmente caricati

Dump Loaded Module– Scollega un modulo attualmente caricato (utilizzare Get Loaded Modulesper visualizzare quelli disponibili)

Load Module– Caricare un modulo aggiuntivo da questo elenco

Una volta caricato un modulo, aggiornare la pagina e potrai disfarsene.

filesystem

Browse – File Browser

Get PSN username – Legge il tuo nome utente PSN da account.dat

Get Sandbox Directory – Per ottenere il nome della directory corrente di sandbox (10 caratteri casuali che vengono modificati ad ogni riavvio)

Memoria

Get Stack Protection – Per ottenere la base, la dimensione e la protezione

Get Stack Name – Per ottenere la base, la dimensione e il nome

Socket

Send Message – Invia un messaggio TCP all’IP e alla porta specificata

Fonte:

Github

hitech CODICE SCONTO G4M3SC0NS0L3S

Ti è piaciuta la notizia? Supporta theheroGAC su Patreon!

theheroGAC

Nato negli anni 80 con la passione dei videogiochi e delle console.Il mio primo home computer è l'Amiga 600 regalato a 10 anni.Amo aiutare le persone in difficoltà e scrivere notizie sulle console.Studio all'università e il sito Games And Consoles è la mia passione.Per gli amici mi potete chiamare Ciccio

Ti potrebbe anche interessare

Rispondi