Rilasciato il codice sorgente del 3.90-M33 e del Despertar Del Cementerio per PSP

Lo sviluppatore Mathieu Hervais aka Mathieulh per festeggiare il decimo anniversario del Team march33 ha rilasciato il codice sorgente del CFW 3.90-M33 e del Despertar Del Cementerio.

Ma che cosa sono realmente queste due “cose”?

Partiamo dal principio:

La PlayStationPortable è nota per le sue veloci evoluzioni software ed hardware. Quando comparve sul mercato fu davvero bello, le prime modifiche software arrivarono in un batter d’occhio, siccome il firmware della console (ossia il software di sistema della PSP) permetteva tranquillamente l’avvio di codice non certificato (ossia di programmi che non erano stati firmati ufficialmente da Sony). Erano i tempi dei firmware 1.00 e 1.50. Ma la Sony era in fase di perfezionamento del software e i nuovi firmware crescevano come funghi. Velocemente comparvero i firmware 2.00, che implementava il browser internet sulla PSP, il 2.01, il 2.50 e così via. Ma tra i vari programmatori che sviluppavano homebrew (ossi i programmi e i giochini “fatti in casa“) c’era qualcuno che aveva pensato molto più in grande.

Bisogna precisare che fino al firmware 3.60 (ossia davvero un bel po’ di tempo) l’idea è sempre stata quella di utilizzare il primo firmware “libero” (1.50) perché permetteva l’utilizzo di tutti i programmi e non c’erano problemi di alcun tipo (a parte la perdita di numerose nuove funzionalità made in Sony), quindi si è tentato sempre di effettuare il downgrade, ossia alcuni complicati processi per tornare ai firmware precedenti, eppure dal  firmware 2.71 le idee cambiarono drasticamente.

L’idea che nacque nell’hacker che è divenuto famoso in tutto il globo per la sua genialità, DarK_AleX, fu quella di unire le ultime novità e funzionalità dei nuovi firmware, con la possibilità di usufruire dell’1.50 per i software homebrew. In questo modo nacque il 2.71 Special Edition (in breve SE), che era già un ottimo risultato, anche se presentava alcuni bug (errori di sistema). Così D_A diede vita al concetto di Custom Firmware, cioè di Firmware personalizzato in modo tale da permettere l’avvio di software libero e di copie di backup dei giochi ufficiali (in formato “.iso” o il compresso “.cso“). L’hacker da lì in poi iniziò ad andare al passo con la Sony, ogni firmware nuovo che usciva lo faceva diventare Open Edition: nacquero il 3.02 OE, il 3.03 OE, il 3.10 OE, il 3.30 OE ed infine il 3.40 OE (il suo lavoro riuscito meglio).

DarK_AleX è famoso anche per aver creato il formato compresso “.dax” per le copie di backup dei giochi; anche per aver migliorato la batteria PANDORA (già capace di resuscitare qualsiasi PSP apparentemente, in termini di hacking, “brickata“, ossia non più funzionante) con il suo Despertar del Cementerio permettendo di recuperare, modificare ed installare direttamente l’ultimo CF ideato da lui il più velocemente possibile su qualsiasi PSP, anche brickata; anche per il Time_Machine, programma in grado di far funzionare contemporaneamente 5 custom firmware (1.50 originale solo per le PSP Phat, 3.40 OE migliorato all’occorrenza, 1.50 modificato appositamente da lui per le PSP Slim, 3.60 M33 solo per le psp slim ed il firmware di base installato in precedenza sulla PSP); ed infine per aver dato vita ad un nuovo kernel (ovvero proprio il codice di base con cui sono fatti tutti i firmware della PSP) denominato UTOPIA, poi totalmente abbandonato alla versione 0.1 siccome si era rivelato davvero un’utopia per lui: cambiare totalmente il kernel della console.Nel frattempo anche altri programmatori lavoravano ai Custom Firmware (che non citerò), con ottimi risultati ovviamente, mentre la Sony sfornava PSP con nuove schede madri che bloccavano i custom firmware, e prima fra tutte fu la PSP Slim, con un firmware nativo: il 3.60 (mai distribuito ufficialmente da Sony, ma presente solo nelle nuove PSP Slim); e fu poi fermata la vendita delle cosiddette vecchie PSP Phat, che erano totalmente modificabili.n quel periodo però sembrò che D_A avesse intenzione di lasciare la scena ed invece fregò tutti e si unì ad un gruppo di talentuosi programmatori, tra cui il più famoso Mathieulh (ora noto maggiormente per la scena hacking della PS3 e per le sue enormi doti informatiche), formando il Team March 33 (meglio noto come M33), i quali riuscirono a bucare la PSP Slim con il metodo della batteria PANDORA ed iniziarono a sfornare CF fino al 5.00 M33, tuttora uno dei più utilizzati nonostante sia molto datato, siccome è il più stabile ed il migliore in assoluto. Da lì D_A lasciò completamente la scena

IL CODICE SORGENTE

M33

https://github.com/mathieulh/3.90-M33

Despertar del Cementerio

https://github.com/mathieulh/Despertar-Del-Cementerio

Crediti:

Si ringrazia Trappo91 per questo breve racconto sulla storia della PSP ,il Team M33 e Mathieulh

Fonte:

Twitter

Ti potrebbe anche interessare..

Rispondi