[MULTI]Rilasciato RetroArch v 1.4.1 con il supporto al NetPlay

Il team libretro ha rilasciato il primo e grande aggiornamento stabile “open beta” di retroarch in versione 1.4.1.Tante nuove opzioni e caratteristiche sono state aggiunte dall’ultima release 1.3.6. e lo stesso team ha anche difficoltà a scriverle tutte.Retroarch e’ un multi-emulatore disponibile per tante piattaforme comprese le console portatili e gli smartphone, con il supporto alle librerie VulKAN e la nuova opzione “Netplay” per giocare in multi-player on-line.Qui sotto potete vedere l’annuncio ufficiale della nuova release,in attesa della gia’ annunciata versione 1.5.0 che sarà disponibile a marzo.

Netplay

Netplay ha visto un grande miglioramento a partire dalla versione 1.3.6.

Per impostare un gioco NetPlay, avete due opzioni: con il collegamento manuale o automatico.

Naturalmente, il modo automatico è semplice:

Per ospitare, basta caricare un core e lanciare alcuni contenuti come al solito e, una volta che il gioco è in esecuzione, tornare nel ‘menu rapido’ (la scorciatoia da tastiera di default è F1) e scorrere verso il basso al sottomenu ‘NetPlay’. Da lì, scegliere ‘Start netplay host’’ e che annuncerà agli altri utenti di unirsi al vostro gioco nel server hall. Si può andare avanti e iniziare a giocare e nuovi giocatori possono uscire in qualsiasi momento. .

Unire una sessione esistente è altrettanto facile. Dal menu principale, navigare verso la scheda NetPlay (l’icona si presenta come un simbolo WiFi), scorrere fino a ‘Aggiorna elenco Room’ e premere il pulsante ‘accettare’ chiave / (la scorciatoia da tastiera di default è il tasto ‘X’) . RetroArch preleverà l’attuale elenco di host disponibili e li visualizza proprio lì nella scheda NetPlay. Da lì, basta scegliere l’host che si desidera unire e RetroArch scorrerà le playlist alla ricerca di una corrispondenza di contenuti. Se trova una corrispondenza, entrerà nella stanza  del gioco già in corso.

Per utilizzare la connessione manuale, l’ospite fa la stessa procedura. Il cliente deve caricare lo stesso core e  la prima partita, quindi scegliere l’opzione “connettersi all’host netplay” dal menu NetPlay. Verrà richiesto l’indirizzo IP dell’host. Inserire per la connessione.

Per giocare in privato,nell’host si può impostare una password, necessarie per la connessione, nel menu delle impostazioni di rete.Chat, liste amici e così via saranno tutte implementate in futuro.

Supporto multi-lingua / supporto per la lingua giapponese

Abbiamo aggiunto il supporto UTF-8 e abbiamo aggiunto le traduzioni per molte lingue. Di questi, il giapponese è probabilmente secondo all’ inglese in termini di traduzione più completa.

In aggiunta a questo, la nuova tastiera su schermo ha anche il supporto multilingue, e supporta pienamente il giapponese (Hiragana, Katakana).

Homebrew libero: Bomberman clone del gioco – Mr.Boom

Mr.Boom è un clone di Bomberman. Supporta fino a 8 giocatori.

Questo era un vecchio gioco homebrew per MS-DOS / Windows 9x su  https://github.com/frranck  convertito in C con uno strumento di self-made che si chiama asm2c .

In questo momento, questo core funziona per Mac / Windows / Linux  e stiamo ancora lavorando sul supporto Android!

Mr. Boom attualmente richiede almeno un minimo di 2 giocatori. Non c’è una modalità singleplayer (ancora).Esso non può ancora essere utilizzata con netplay ma questo è il nostro obiettivo finale! 8 giocatori per un facile gameplay con Bomberman! Faremo un annuncio più tardi, quando il supporto netplay è completamente funzionante per questo core!

Nuovo menu con effetti grafici

Oltre agli effetti ribbon, abbiamo aggiunto alcuni nuovi effetti al menu: Bokeh, e Snow.

Controllare il video qui sopra per vederli in azione. È possibile accedere a questi effetti dal menu andando su:

Impostazioni -> Interfaccia utente -> Menu e l’impostazione “Menu Shader Pipeline” ogni effetto di tua scelta.

NOTA: Questi due nuovi effetti di menu non sono ancora disponibili per Vulkan e  Cg. Ports e dovrebbe essere fatta prima degli effetti di menu, dal momento che sono completamente shader-based.

Miglioramenti al menu

Abbiamo preso tutte le critiche della UI menù e ci siamo davvero spinti oltre per rendere il menu molto più piacevole da affrontare.

  • Ci siamo sforzati scrupolosamente in modo che quasi ogni voce di menu ha ora sotto una piccola descrizione.
  • Il caricamento dei contenuti è stato massicciamente razionalizzato. Non c’è più l’opzione separata ‘Load Content’ e ”Load Content (Detect Core). È sufficiente selezionare una directory come punto di partenza, è quindi selezionare il gioco e decidere quale core utilizzare.
  • C’è una nuova tastiera su schermo fatta per il menu che è compatibile con il touch e il mouse. Essa non solo supporta i caratteri occidentali tradizionali, ma grazie al supporto multilingue sarà disponibile anche per la lingua giapponese (Kanji, hiragana, katakana e Romaji).
  • Nella modalità a schermo intero, il cursore del mouse all’interno del menù sarà mostrato solo per circa 5 secondi. Se non vi è alcuna attività del mouse,scompare dallo schermo finché non si sposta di nuovo il mouse.

Migliorata la gestione degli errori

Ora i Core dovrebbero segnalare un messaggio di errore su RetroArch nella maggior parte dei casi in cui una ROM oppure un contenuto non riesce a caricare.

Vulkan N64 e PSX ora funzionano su Android!

Per saperne di più su questi progetti, leggete i nostri articoli precedenti qui –

ParaLLel(il core del nintendo 64 con renderer Vulkan) e Mednafen PSX HW ora dovrebbero funzionare sui dispositivi Android che supportano Vulkan!

Purtroppo, la GPU non è attualmente stabile. Entrambi gli emulatori, hanno bisogno di tanto lavoro prima di funzionare a Fullspeed sui dispositivi Android. Dobbiamo lavorare in modo che il LLVM dynarec funzioni sui dispositivi ARM.

Nel caso di Mednafen PSX HW, l’interprete CPU è il bottleneck principale che impedisce all’emulatore di raggiungere velocità riproducibili al momento. Un dynarec sperimentale è stato scritto un anno fa, ma ha ancora bisogno di molto lavoro prima di essere considerato ‘usabile’.

Un sacco di altre cose varie

  • Prestazioni migliorate
  • (Linux) DRM / driver contesto KMS dovrebbe essere più compatibile ora
  • (Linux) Il driver GLX ora utilizza GLX_OML_sync_control quando disponibile, portando a molto controllo di swap migliorata.
  • (Linux) Assegnazione di un gamepad PS4 che vi permetterà di utilizzare il jack per le cuffie audio per il suono se si utilizza il driver audio ALSA. Sarà interrogata la frequenza di campionamento di uscita audio disponibile che un dispositivo audio supporta, e se la frequenza di campionamento di uscita raccomandato che usiamo nella RetroArch non corrisponde, si utilizzerà una frequenza di campionamento diverso come dispositivo audio. Il pad PS4 funziona solo con audio a 32 kHz.
  • (Android) Dovrebbe risolvere un bug di vecchia data di input del touch che avrebbe impedito su alcuni dispositivi di funzionare.
  • (Android) Supporto GLES3 / 3,1, l’effetto ribbon, Snow / Bokeh dovrebbero essere disponibili anche su Android ora.
  • (Linux / Wayland) supporto di input completa, tastiera e mouse.
  • Troppa roba molto da parlare
DOWNLOAD

RetroArch v 1.4.1

FONTE

libretro

Ti potrebbe anche interessare..

Rispondi